Palazzo dei Congressi di Rimini

Un Palacongressi avveneristico situato nel cuore di Rimini

Questa realtà costituirà un formidabile strumento per confermare il ruolo di eccellenza che il territorio romagnolo ha nel panorama competitivo internazionale in materia di ricezione convegnistica.
Con questo grande investimento viene offerto anche come contributo al nostro Paese che nelle classifiche internazionali del business congressuale presenta qualche difficoltà.

Rimini al contrario grazie a questa struttura tiene e anzi migliora le sue posizioni, dimostrando una elevata capacità a rinnovarsi. I dati del mercato congressuale della Riviera di Rimini (dati 2007) dimostrano del resto, l’incessante la crescita del sistema congressuale locale. Nel Rapporto sull’attività nell’anno 2007 l’Osservatorio Congressuale Riminese  ha registrato 7.094 incontri per 1.168.062 partecipanti e 2.441.570 giornate di presenza congressuale, con un aumento rispettivamente del 14,64%, dell’1,99% e del 18,45% sull’anno precedente.

La costruzione del nuovo Palacongressi di Rimini è curata dalla Società del Palazzo dei Congressi, società del gruppo Rimini Fiera, mentre al Convention Bureau della Riviera di Rimini viene affidata la gestione di tutte le attività congressuali.

Unico per originalità strutturale e con dotazioni tecnologiche all'avanguardia il nuovo Centro Congressi Rimini sorgerà su un'area di ben 38.000 mq. Realizzato sul progetto del noto architetto Volkwin Marg dello Studio GMP di Amburgo: una tra le 15 ‘firme d'autore" dell'urbanistica contemporanea mondiale, già "creatore" del nuovo Quartiere Fieristico di Rimini.

La principale caratteristica esterna dell’edificio è la grande conchiglia, qualcuno l’ha definita anche un UFO, che ospita l’anfiteatro da 300 posti al primo piano e che delinea con forme del tutto originali la facciata dell’edificio. Gli spazi interni sono strutturati per consentire la massima funzionalità senza rinunciare alla comodità e alla bellezza di ambienti curati fin nei dettagli. Disposto su tre livelli, il nuovo Palacongressi di Rimini prevede tre ingressi, un sistema di foyer che collega le 42 sale (saranno dedicate ciascuna ad una piazza dei comuni del riminese), che garantiscono una capienza complessiva di 9.300 posti a sedere. La sola Sala della Piazza (dedicata alla piazza Cavour), al pian terreno, può ospitare circa 4.700 persone in uno spazio di circa 5.000 mq.

Particolare attenzione è stata data al rispetto dell’ambiente con una area verde di grandi dimensioni; progettata da Andreas Kipar, architetto esperto del verde urbano. La riqualificazione avverrà con la rivalorizzazione del laghetto e dei corsi d’acqua, la rivalutazione del grande parco già esistente, al quale sarà verrà conferito continuità fino al mare, verranno creati nuovi percorsi ciclabili e pedonali. Sono previsti parcheggi, per oltre mille auto che saranno tutti interrati e saranno valutati approfonditamente gli aspetti della viabilità e  delle  correnti di traffico che dovranno essere regolate in modo da rendere agevole il raggiungimento dell’area, senza determinare un impatto negativo sulla circolazione cittadina.
Grandissimi spazi quindi, per eventi di grande risonanza e utenza, ma anche sale più piccole, modulabili e trasformabili a seconda delle esigenze di ogni manifestazione, in modo da poter rispondere alle attese di quello che si candida a diventare il più grande e multifunzionale Palacongressi del Paese.


HOTEL DOVE DORMIRE